Proposta di un logo per una applicazione

Blog

Draft01Ok, ora che ho un po’ di calma racconterò la curiosa storia avvenuta attorno a questo logo. Ho pubblicato questo lavoro con una certa fretta per spiacevoli motivi di tutela, non mi dilungherò. Comunque, qualche settimana fa sono entrato in casa dopo una gagliarda festa di laurea. Erano le 19:00 circa, credo. Luce calda ma tenue, che pian piano va a spegnersi. Rumori dal resto del mondo molto distanti. Entro in cucina e trovo per terra una cicala morta. Sono incuriosito. Non vedo speso cicale così da vicino. La prendo e la metto vicino al computer che accendo per controllare la posta della giornata. Noto che mi ha contatto la mia agenzia dicendomi che una Piattaforma social di cinema aveva bisogno di un logo e , guarda un po’, come logo volevano proprio una cicala! Che piacevole coincidenza. Oltretutto era proprio un idea che mi piaceva, sapete… pensi al cinema all’aperto e al costante brusio delle cicale tutte intorno. Stavo per mettermi a lavoro, quando poco dopo ricevo una telefonata. Ciliegina sulla torta. Mi contattava un ragazzo che aveva bisogno di un attore per il suo cortometraggio. Bè, un mix di eventi che si fondono tra loro. Davvero, davvero piacevole!

Ok, now that I have a bit ‘of calm I tell the curious story occurred around this logo. I published this work in some haste for unpleasant reasons of protection, I do not add more. However, a few weeks ago I came home after a beatiful graduation party. It was around 19:00, I think. warm light but tenuous, that slowly goes off. Noise outside very distant. i enter in the kitchen and found a dead cicada on the ground. I’m intrigued. I don’t see often the cicadas so closely. I take her and put it next to the computer that I turn on to check email of the day. My agency contacted me: telling me that a social movie platform needed a logo and looks a bit ‘, as logo wanted a cicada! What a pleasant coincidence. Besides, I liked the idea, you know … think of the open-air cinema and the constant hum of cicadas all around. I was going to put me to work, when a little later I get a call. The icing on the cake. He contacted me a guy who needed an actor for his short film. Well, a mix of events that blend with each other. Really, really nice!

 

Advertisements

Trees

Blog

Alberi-web

Disegnare di notte. Una lampada fa un pò di luce. E fuori c’è vento, gli alberi fan rumore, e le cicale fanno quello che fanno di solito.

Drawing in the night. A lamp is a little light. And it’s windy outside, the trees make noise, and the cicadas do what they do usually.

Superarsi – prova

Blog

Vincere.web

Sto partecipando al concorso promosso da Switch on Future, “Superarti”. Questa era una delle prime idee che mi era venuta in mente. L’ho scartata, come ne ho scartate veramente tante altre. Mi ha fatto sudare parecchio. Tema per me abbastanza complesso. Con l’idea finale, secondo me, mi sono allontanato dalla richiesta del bando, però fa lo stesso. Era diventata una questione di principio. Ho sempre arricchito di dettagli i miei lavori: quelli piccoli ( per la mia sensibilità ), quelli che per me aiutano a creare quell’atmosfera che cerco di trasmettere. Allo stesso tempo sto cercando una mia sintesi. Per sintesi non intendo necessariamente un togliere al disegno, ma slegare il disegno da qualsiasi sovrastruttura sociale: il corridore in questo caso. Di fatto ho scartato questa idea, anche se presa come immagine a sé stante non mi dispiace. Non ho capito quando verranno dati i risultati del concorso, ma appena saranno resi noti renderò pubblica l’immagine.

Windows

Blog
Finestre-web

Selected among the exhibition of the contest “Look Beyond” of the Festival “Knowledge in festival – Desire, methods and new knowledge”. Udine, ITALY

Ecco l’immagine che potrete trovare esposta al Festival della conoscenza di Udine. Ho fatto diverse prove e riletto alcuni passi di testi che mi erano rimasti impressi, e che consideravo in linea con il tema del concorso.

Ci sono alcune cose che mi interessano di questo elaborato e che tra l’altro, come diversi dei lavori che faccio, è nata casualmente ( o inconsciamente ): l’aver sporcato lievemente, ma accidentalmente il foglio proprio nel punto in cui avrei voluto disegnare l’oggetto d’attenzione del ragazzo.Ciò mi ha fatto venire in mente che avrei potuto ritagliare lo sfondo ed applicarci una fotografia. In questo modo mi è sembrato di avvicinarmi un pò al tema creando una netta separazione fra ciò che è fittizio e ciò che è…altro.

La veduta della finestra di fianco presa d’assalto dalla folla, in cui il pensiero singolo dell’individuo va a soffocarsi, in contrapposizione con l’individuo stesso di fianco.Oppure il muro acquerellato che potrebbe ricordare un cielo nuvoloso, anche qui in opposizione al cielo della fotografia. E per finire la luce, che entra solo da una singola finestra, quella del mio personalissimo “guardare oltre”.